Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Epilessia nel cane: c’è una cura?

Immagine Tempo di lettura: 3 min

Indice

Tanti proprietari di cani epilettici si chiedono se esista una cura per l’epilessia del cane.

La domanda è più che legittima: nessun proprietario ama vedere il proprio cane in preda alle crisi convulsive dell’epilessia, e il desiderio di trovare la cura ideale per sconfiggere questa patologia è molto sentito.

In questo articolo cercheremo di dare una risposta al quesito, dando qualche indicazione utile per assistere un cane affetto da epilessia.

Epilessia cane: la cura dipende dal “tipo” di epilessia

Abbiamo già parlato dell’epilessia nel cane, mettendo in luce quanto questa malattia sia diffusa tra i nostri amici a quattro zampe. Prima di rispondere alla domanda “esiste una cura per l’epilessia del cane?” è fondamentale fare un piccolo riassunto su che cos’è questa patologia e che cosa la causa.

L’epilessia è una malattia neurologica che si manifesta attraverso attacchi convulsivi di diversa natura. Possono essere lunghi o brevi, sporadici o frequenti, intensi o più “leggeri”: la sintomatologia delle crisi epilettiche è molto varia.

Anche le cause possono essere diverse e, in alcuni casi, persino misteriose. In ambito veterinario si distingue infatti tra:

  • epilessia idiopatica, dovuta a un’anomalia nell’attività dei neuroni di cui non è possibile (per il momento) conoscere la causa, anche se si tratta della forma più frequente;
  • epilessia secondaria o sintomatica, in cui le crisi convulsive sono causate da altri problemi di natura patologica, come ad esempio tumori e/o alterazioni metaboliche.

E ora veniamo alla tanto attesa risposta sulla cura dell’epilessia nel cane.

L’epilessia sintomatica, essendo una conseguenza di un’altra malattia, può essere curata intervenendo sul problema scatenante le crisi convulsive: ma poiché all’origine ci sono spesso malattie difficili da trattare, non sempre le cure risultano efficaci.

L’epilessia idiopatica è invece incurabile: o meglio, la malattia non può essere curata fino a scomparire, ma c’è comunque una buona notizia.

Grazie alla giusta strategia farmacologica si può tenere facilmente a bada, riducendo l’intensità, la durata e la gravità delle crisi convulsive, assicurando migliori condizioni di vita al cane affetto da epilessia.

Epilessia cane, la cura per tenere a bada le crisi

L’epilessia idiopatica del cane non può essere curata, ma grazie al giusto approccio terapeutico e alla perfetta collaborazione tra proprietario e medico veterinario è possibile attenuare gli episodi di crisi e garantire una vita di benessere al proprio animale.

Fondamentale è riconoscere i primi segni della malattia e giungere il prima possibile a una diagnosi, intraprendendo fin da subito la strada migliore per tenere sotto controllo le crisi epilettiche.

La cura principale consiste in una terapia farmacologica e in un sistema di buone pratiche che il proprietario può mettere in atto per controllare le crisi.

Tra queste rientra anche la dieta del cane con epilessia, basata principalmente su un’alimentazione a base di prodotti privi di glucidi e di alimenti più proteici, naturali, sani e selezionati, ricchi di sostanze preziose per la salute del sistema nervoso, come ad esempio vitamina E, vitamina C e acidi grassi essenziali Omega 3.

A questo proposito risulta molto utile il supporto dei mangimi complementari, dei veri e propri integratori alimentari per cani.

Grazie alle loro formulazioni specifiche, gli integratori possono apportare all’organismo del cane tutte le sostanze nutritive di cui ha bisogno per mantenere in salute il sistema nervoso e, di conseguenza, supportare le terapie farmacologiche per trattare l’epilessia del cane in modo ancora più mirato.

NeuroProtection

€40,00

Migliora la qualità di vita e la longevità del tuo animale con NeuroProtection.

Tra gli integratori più recenti c’è PROTECTION NEURO, un mangime complementare appositamente formulato per supportare il normale funzionamento cerebrale.

La combinazione innovativa di amminoacidi, acidi grassi, estratti vegetali, antiossidanti e probiotici interviene sull’asse microbiota-intestino-cervello e migliora la nutrizione cerebrale, risultando un valido alleato nella cura dell’epilessia nel cane.

Disclaimer: le informazioni contenute in questo articolo hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere aggiornate in qualsiasi momento e non rappresentano un consulto medico, una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, né sostituiscono in nessun caso il parere del medico veterinario.

Altri articoli che potrebbero interessarti

curare la filariosi
Cani

Come curare la filariosi nel cane?

Tempo di lettura: 3 min Indice Se hai un cane, conosci bene l’importanza di contrastare e prevenire alcune malattie pericolose e potenzialmente mortali per il tuo amico a quattro zampe.

leggi di più